Calcio: GIANA, Maspero si presenta

IL MASPERO-DAY

La giornata di ieri senza dubbio è stata la giornata di Riccardo Maspero, il nuovo tecnico della squadra gorgonzolese dopo aver diretto il suo primo allenamento si è presentato ufficialmente parlando ai giornalisti nella sala stampa del Città di Gorgonzola“.

L’INTRODUZIONE DI ANGELO COLOMBO:

Non è certamente un esonero come si legge su alcune testate -dice Colombosemplicemente, per motivi di salute, Cesare Albè non potendo seguire la squadra a 360° in comune accordo con il presidente Bamonte ha ritenuto opportuno contattare un nuovo allenatore e la prima scelta è stata Riccardo Maspero.
Maspero è un allenatore che seguivamo già da tempo ed è un profilo importante che conosce molto bene la categoria, dunque, la prima telefonata è stata fatta a lui e dato il suo entusiasmo per la piazza non c’è stato alcun problema ad ottenere il benestare del presidente“.

LE PRIME PAROLE DI MASPERO:

Ricevere la chiamata di Albè mi ha fatto un enorme piacere, sono cresciuto calcisticamente a Cremona, una bella realtà per una piccola città, realtà che ho sempre associato alla Giana e per questo provo grande piacere entrare a far parte di questa famiglia -così esordisce Maspero– , lavorare con Albè per me è motivo di grande orgoglio, senza contare l’incontro con il presidente con il quale dopo due minuti abbiamo subito trovato la sintonia giusta.
Abbiamo di fronte 10 partite, il nostro obiettivo è vincerne il più possibile per arrivare a conquistare la salvezza“.

LA SQUADRA E IL MODULO:

I ragazzi mi hanno fatto un’ottima impressione e per quello che ho visto ci sono tutti i presupposti per fare bene, adesso bisogna avere carattere, determinazione e lasciare le paure fuori dal campo.
La mia prerogativa, per come vedo io il calcio, è avere
un trequartista e due punte, non ci si può avvalere di un solo attaccante da 20 gol, ma di una maggiore densità all’interno dell’area con due punte e un trequartista tra le linee che possa sempre creare difficoltà nelle marcature avversarie, abbiamo sicuramente poco tempo ma dobbiamo assolutamente giocare per vincere“.

LA PARTITA D’ESORDIO CONTRO LA TRIESTINA:

Sarà sicuramente una bella partita -dice Maspero giochiamo in casa e serve il sostegno di tutti, i tifosi devono infondere un’energia positiva alla squadra, l’obiettivo è quello di trasformare il nostro stadio in una bolgia, la Giana è stata brava a conquistarsi la C e tutti devono partecipare a quest’orgoglio“.

LE PRIME IMPRESSIONI DELLA REDAZIONE:

Senza dubbio dopo aver ascoltato le prime parole del nuovo tecnico siamo rimasti piacevolmente sorpresi, l’obiettivo di vincere più partite possibili è sicuramente affascinante, dalle sue parole si evince la grande voglia di rivalsa e soprattutto il voler far giocare alla squadra un calcio offensivo.
Ora la parola passa al campo, indubbiamente la salvezza della Giana passa soprattutto dai risultati che si otterranno da qui alla fine del campionato, ma se molte volte la prima impressione è quella che conta possiamo dire che è stato un grande inizio!
Buon lavoro Mister Maspero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *